Chi siamo e qual è la nostra mission

Alla data del 15 aprile 2021 risultano associate ad Assoindipendenti 26 aziende di imprenditori privati che operano nel mercato rete ed extra rete della distribuzione carburanti. Si tratta di aziende ben consolidate con storie imprenditoriali di successo come dimostrano le dimensioni, gli standard operativi, la loro immagine nei diversi mercati locali. Inoltre Assoindipendenti si avvale della collaborazione di 12 Associati Onorari i quali con le loro esperienze e professionalità, anche molto diversificate, contribuiscono alla realizzazione del progetto associativo.

Assoindipendenti si propone come punto di riferimento, di tutela e promozione degli interessi economici, ma anche morali e sociali  per gli imprenditori che operano nel mercato in una logica di indipendenza che non è precostituito rifiuto dei brand primari, ma qualifica un loro ruolo diverso dal passato rivolto a riprendere così il pieno controllo di quei fattori che determinano il successo o l’insuccesso di una azienda, fattori troppo a lungo affidati a terzi, per lungo tempo collaboratori di assoluto valore ma oggi con obiettivi e strategie troppo diversi per risultare affidabili nel lungo termine.

E’ una esigenza posta dalla evoluzione del mercato in questi ultimi decenni, ed in particolare nell’ ultimo, oggi un ambiente dove operare incontra sempre crescenti difficoltà anche a causa di paralizzanti incertezze nei riguardi del futuro laddove il sistema petrolifero nel suo insieme  e nelle sue varie filiere, sembra incapace di costruire scenari di mercato ragionevolmente solidi ai quali poter associare obiettivi e strategie, le relative valutazioni di fattibilità, cioè le fondamenta di qualsiasi attività industriale e commerciale.

Il tutto è reso oggi più complesso dal persistere del fenomeno di una illegalità diffusa e da una transizione energetica verso il ”no-carbon” che la politica vorrebbe accelerata rispetto ai tempi di un processo “compatibile” in una logica planetaria che veda coinvolti tutti i Paesi e che tenga conto della evoluzione della scienza, della tecnologia, della economia e delle realtà sociali e culturali magari favorite da una informazione più ampia, diffusa e meno emozionale di quanto non sia oggi.

Continuare la lotta alla illegalità, la strategia di business basata sulla efficienza delle operazioni e la contemporanea evoluzione da vendita di carburanti a vendita di servizi per la mobilità, il sostegno di una transizione energetica che rispetti la “neutralità tecnologica”, la ricerca costante della strada da percorrere per arrivare al futuro con ragionevole probabilità di successo,  individuano la Mission di Assoindipendenti nel breve e medio periodo.

La strategia per raggiungere tali obiettivi si basa sulla convinzione che le risorse ci sono e sono soltanto quelle che il sistema in gran parte già possiede ma non ha ancora espresso per non avere mai tentato di metterle insieme per utilizzarle al meglio.

Assoindipendenti si offre quindi come una “palestra” autogestita dagli stessi frequentatori, dotata degli attrezzi necessari, cioè le loro risorse professionali ed umane, e dove ci si possa “allenare” per affrontare le sfide del mercato al presente ed al futuro.

Una sorta di “Business School” autogestita anche nella logica del “lavorare insieme” per sfruttare anche le potenziali sinergie implicite nella possibili varie forme di aggregazione tra imprenditori e la creazione di una massa critica culturale prima ancora che operativa per numero di impianti o di erogato.

Dove siamo